PNRR scuola: come funziona e quali tecnologie servono

Il PNRR scuola (o PNRR Istruzione) è il Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza dedicato al mondo della scuola.

È in atto di realizzazione e incluso nel “Piano Scuola 4.0”.

La scuola per l’Italia di domani: la digitalizzazione è priorità

Il suo nome esatto è “La scuola per l’Italia di domani” cui il Ministero dell’Istruzione ha dedicato un sito dove è possibile visionare la proposta completa e i piani d’investimento.

Consiste in una serie di riforme e finanziamenti atti a promuovere la ripresa a pieno regime di tutte le attività scolastiche, con obiettivi di medio e lungo termine concentrati sulla realizzazione di un nuovo sistema educativo, che non solo garantisca il diritto allo studio, ma sia basato sull’innovazione tecnologica e sull’interattività degli studenti e del sistema scuola.

Innovazione scolastica, classi flessibili e inclusive

È di 17,5 miliardi di euro l’investimento nel PNRR scuola, focalizzati su 6 riforme e 11 linee d’investimento; le chiavi di sviluppo generali del piano vertono sostanzialmente su:

  • Competenze digitali;
  • Innovazione scolastica;
  • Laboratori per le professioni digitali del futuro.

Ciò vuol dire spazi d’apprendimento flessibili che incoraggino l’inclusione e in linea con le esigenze di crescita di bambini e ragazzi.

Al centro l’intenzione di trasformare 100.000 classi tradizionali in ambienti innovativi di apprendimento.

A ciascuna scuola sono state assegnate delle risorse per attuare il cambiamento, con una riserva del 40% per il Sud Italia.

“Fra risorse PNRR e altri fondi europei si tratta di 4,9 miliardi messi a disposizione per cablare aule, formare docenti, portare la banda ultra larga a scuola, sostenere la digitalizzazione di segreterie e pagamenti legati alle attività scolastiche, innovare gli spazi didattici.

Un lavoro che deve andare avanti per garantire una scuola al passo con i tempi a studenti e famiglie”.  Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione

Leggi qui la ripartizione delle risorse tra le scuole

Fastbrain offre una larga selezione di prodotti ai migliori prezzi

Elettronica di consumo, dispositivi audio come cuffie e auricolari, TV, Notebook, stampanti, tablet, hardware informatici come RAM, schede madri, HDD e SDD e molto altro.

L’area B2B è riservata alle aziende e alle partite iva, i prezzi che troverai all’interno dell’area sono scontati e riservati ai clienti business.

Iscriviti all’area B2B

Nello Store troverai una selezioni delle migliori marche e i prezzi più competitivi del mercato.

accedi allo store

PNRR scuola, a cosa servono le principali tecnologie

Le risorse messe a disposizione delle scuole servono per:

100.000 classi innovative con Next generation classrooms

Con questa misura, c’è la possibilità concreta di trasformare circa 100mila scuole del primo e del secondo ciclo (la metà delle classi attuali) in nuovi ambienti basati sulla connettività.

Spazi digitali pensati per una nuova didattica, col fine di potenziare le tecniche d’insegnamento, l’apprendimento e sviluppo di competenze cognitive, emotive e sociali di ogni studente e studentessa.

Le dotazioni tecnologiche per questi progetti, dovranno essere improntate su attrezzature digitali versatili, rete wireless o cablata, che dovranno essere decisi dal dirigente scolastico in collaborazione con il team per l’innovazione e con l’animatore digitale.

Gli spazi delle professioni digitali del futuro: next generation labs

Si tratta di un’azione che si rivolge alle scuole secondarie di secondo grado.

Qui lo scopo è di sviluppare e aumentare le competenze digitali di alunni e alunne nei vari ambiti tecnologici, ad esempio robotica, cyber sicurezza, comunicazione digitale, intelligenza artificiale, con strumenti ad hoc.

Questi laboratori rappresentano anche un modo per ampliare l’offerta formativa delle scuole offrendo ad alunni e alunne la possibilità di sviluppare competenze trasversali utili per familiarizzare con le nuove professioni.

È quindi prevista l’integrazione con i PCTO – Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento – opportunità unica per scuole, imprese, Istituti tecnici superiori e docenti.

Alla trasformazione degli ambienti in chiave tecnologicamente più “fluida” e interconnessa, ci sono gli stanziamenti per le altre misure del Piano Scuola 4.0 come:

  • Didattica digitale integrata con 379 milioni di progetti attuali;
  • Potenziamento delle reti locali, cablate e wireless delle scuole con 445 milioni di fondi React EU;
  • Installazione di schermi interattivi nelle aule con 455 milioni di fondi React EU;
  • Creazione di ambienti STEM con 99 milioni d’investimento;
  • Il Piano per la Banda Larga con 600 milioni in parte a valere sul PNRR;
  • Il Piano PagoPA-SPID-CIE, investimento da 60 milioni a valere sul PNRR;
  • Migrazione cloud e siti internet delle scuole, un investimento di 155 milioni PNRR in collaborazione con il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri);
  • Ambienti innovativi per la scuola dell’infanzia con circa 250 milioni investiti.

Senza contare gli 800 milioni per la formazione digitale del personale scolastico.

Quali sono le tecnologie più richieste?

Le tecnologie per la digitalizzazione della scuola vanno dagli schermi ai laptop, dai servizi cloud che garantiscano sicurezza, salvataggio dei dati in automatico con backup periodici alla condivisone immediata dei dati.

Le tecnologie necessarie per adire a ciò che il ministro Bianchi ha definito “intervento trasformato concreto della scuola”, in grado di dare al sistema istruzione un “ruolo educativo strategico per la crescita del Paese”.

Le dotazioni tecnologiche e digitali dovranno garantire massima affidabilità e soprattutto la costante presenza di un’assistenza dedicata, che dovrebbe basarsi sulla collaborazione tra gli esperti individuati dalla scuola (team innovazione ad esempio) e tecnici e consulenti esperti delle aziende fornitrici del servizio.


Richiedi subito una consulenza con i nostri esperti

Rinnova i pc e le tecnologie aziendali coprendo la maggior parte delle spese!





Hai problemi nell'utilizzo del form? Inviaci una mail a info@fastbrain.it

 

Fastbrain supporta la scuola con assistenza dedicata

Ormai da diverso tempo Fastbrain collabora col mondo della scuola fornendo le attrezzature informatiche in grado di rendere più semplice il processo di trasformazione digitale, offrendo l’assistenza e la consulenza specializzata e una spesa economica di tutto interesse, cucita sulle esigenze specifiche.

Ultimo ma non meno importante, Fastbrain svolge anche il ruolo decisivo di ottimizzare e ridurre i costi gestionali degli acquisti e dell’organizzazione della logistica, per semplificare il processo di acquisto e rendere facilmente accessibili le tecnologie anche ai meno esperti.

In virtù delle partnership con marchi TOP dell’informatica, l’azienda riceve offerte regolarmente, a seguito di un continuo confronto con numerosi listini, costantemente aggiornati.

In questo modo possiamo sfruttare al meglio le opportunità che periodicamente riceviamo e inviarle al cliente, in modo da valutare il rinnovamento parziale o totale di alcune delle tecnologie strategiche per la sua attività.

Chi è Fastbrain e perché sceglierla

Fastbrain Engineering S.r.l. Certified Partner dei principali Player tecnologici, tra cui Brother, Lenovo, Synology, Graetz, SiComputer, Canyon offre soluzioni d’acquisto personalizzate e adatte alle esigenze dei professionisti. Offre, inoltre, assistenza pre e post vendita, noleggio operativo incluso. 

Siamo un interlocutore centrale nella distribuzione wholesale ICT e uno dei principali operatori su tutto il territorio nazionale nel mercato della distribuzione di prodotti informatici e tecnologici.   

Caratteristica fondamentale e vantaggio competitivo è la selezione dei brand di spicco e dei prodotti di punta delle categorie merceologiche più richieste.

Info: info@fastbrain.it | Tel 011.0376.054

Contattaci per una consulenza gratuita