Le agevolazioni per l’imprenditoria femminile

Per le imprese a conduzione femminile esiste un gap che il governo italiano, sotto l’egida del Ministero dello Sviluppo Economico, sta provando a colmare con una serie di agevolazioni e aiuti economici cui è ancora possibile accedere.

Scopriamo nel dettaglio quali sono e come presentare domanda.

Agevolazioni imprese donne: in cosa consistono

Attraverso questa serie di provvedimenti, si è cercato di facilitare l’ingresso delle donne nel mondo dell’attività imprenditoriale e dare la possibilità di sviluppare o consolidare aziende già esistenti.

In termini economici la misura è sintetizzabile con 200 milioni di euro stanziati così suddivisi: 160 di risorse PNRR (Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è il piano approvato nel 2021 dall’Italia per rilanciarne l’economia dopo la pandemia di COVID-19) e 40 derivanti dalla legge di bilancio 2021.

Ciò ha permesso anzitutto l’apertura di sportelli online facilmente consultabili così come l’assistenza, la formazione e la valorizzazione della cultura imprenditoriale per le donne.

A essere coinvolti dai numerosi aiuti governativi, tutti i settori dell’industria, dell’artigianato, quelli legati alla trasformazione dei prodotti agricoli, le attività riguardanti commercio, turismo e servizi.

Imprese femminili: un ritardo italiano da colmare

Le agevolazioni s’inseriscono in un contesto sociale ancora lontano da quello ideale: su 6 milioni di imprese in Italia, solo 1,3 milioni sono guidate da donne e meno di 154mila sono quelle giovanili, rispettivamente il 22% e il 2,6% del totale.

Gli ultimi dati raccolti dall’Osservatorio sull’imprenditoria femminile di Unioncamere, relativi a novembre 2021, fotografano una crescita lenta, influenzata anche dalla pandemia con radici robuste.

Quasi il 24% delle nuove imprese guidate da donne, infatti, nasce come società di capitali, tipologia di azienda più strutturata rispetto ad altre.

Insomma, vale la pena insistere e le decisioni governative vanno proprio in quest’ottica.

Imprese guidate da donne: il confronto con gli altri paesi Europei

Abbiamo visto con i numeri quanta strada ci sia ancora da fare per vivere un Paese in cui vi sia omogeneità tra uomo e donna anche nella delicata attività di fare impresa.

Se Stati Uniti, Nuova Zelanda e Canada rappresentano oggi un modello ideale quasi irraggiungibile, un poco più vicine all’Italia sono le altre nazioni europee.

Secondo l’agenzia europea Eurofund l’Italia è in Europa il Paese con il minor tasso di partecipazione femminile al lavoro: 54,4% (fa peggio solo Malta) contro una media europea del 63,5% (prima della classe è la Svezia, con il 77,6%): una sotto-occupazione che costa al nostro Paese il 5,7% del Pil.

A questi dati vanno aggiunte le competenze digitali, ritenute per lo più prerogative del genere maschile e oggi fattore importantissimo per le assunzioni e per portare avanti in sostanza ogni tipo di attività.

E non si tratta di una sensazione, che lascerebbe il tempo che trova, ma di un ulteriore elemento statistico da inserire nel calderone confermato anche dalla recente ricerca LinkedIn Recruiter Sentiment Italia 2019 secondo cui 45% dei responsabili HR italiani ritiene gli uomini più idonei a professioni digitali.

Ecco perché diventa fondamentale, per la crescita stessa del Paese, investire nella formazione delle donne e puntare maggiormente sulla loro capacità imprenditoriale.


Richiedi subito una consulenza con i nostri esperti

Rinnova i pc e le tecnologie aziendali coprendo la maggior parte delle spese!





Hai problemi nell'utilizzo del form? Inviaci una mail a info@fastbrain.it

 

Fastbrain offre una larga selezione di prodotti ai migliori prezzi

Elettronica di consumo, dispositivi audio come cuffie e auricolari, TV, Notebook, stampanti, tablet, hardware informatici come RAM, schede madri, HDD e SDD e molto altro.

L’area B2B è riservata alle aziende e alle partite iva, i prezzi che troverai all’interno dell’area sono scontati e riservati ai clienti business.

Iscriviti all’area B2B

Nello Store troverai una selezioni delle migliori marche e i prezzi più competitivi del mercato.

accedi allo store

Fondo impresa donna: dettaglio delle agevolazioni

Per capire che tipo di agevolazioni è possibile ricevere bisogna per prima cosa fare un distinguo sul tipo d’impresa al quale si appartiene.

Se una libera professionista vuole intraprendere un nuovo percorso imprenditoriale o ne ha appena intrapreso uno da non più di 12 mesi, può presentare un progetto di investimento che va fino a 250 mila euro.

Il contributo a fondo perduto messo a disposizione varia in base alla dimensione del progetto:

  • Per progetti fino a 100 mila euro, l’agevolazione copre fino all’80% delle spese (o fino al 90% per donne disoccupate) entro un tetto massimo di 50 mila euro;
  • Per progetti fino a 250 mila euro, l’agevolazione copre il 50% delle spese, fino a un massimo di 125 mila euro.

Complessivamente sono state stanziate risorse per un ammontare di 47 milioni di euro.

Di questi, 38,8 milioni su risorse PNRR e 8,2 milioni di fondi stanziati dalla legge di bilancio 2021.

Chi invece ha un’impresa attiva da oltre 12 mesi, può presentare progetti di investimento fino a 400 mila euro sia per sviluppare nuove attività che per ampliare quelle già esistenti.

In entrambi i casi, il progetto, per il quale non esiste una soglia minima di investimento, dovrà essere completato nel giro di 24 mesi.

A chi è rivolto, come accedere, tempistiche e scadenze

Il Fondo è stato voluto per il sostegno a tutte le imprese femminili, già costituite o ancora da costituire, a prescindere dalla loro dimensione.

Possiamo sostanzialmente definire quattro categorie tra le possibili beneficiarie delle agevolazioni:

  1. Cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie;
  2. Società di capitale con quote e componenti degli organi di amministrazione per almeno i due terzi di donne;
  3. Imprese individuali con titolare donna;
  4. Lavoratrici autonome con partita IVA.

Imprese femminili: come presentare le domande

La presentazione della domanda prevede due fasi:

  1. La prima di compilazione e la successiva di invio sulla piattaforma online di Invitalia.

Attenzione: per le nuove imprese i tempi sono già scaduti: la dead line era fissata per il 20 maggio.

  1. Per le imprese avviate, costituite da oltre 12 mesi, la compilazione è stata avviata dalle ore 10.00 del 24 maggio 2022, mentre la presentazione è possibile a partire dalle ore 10.00 del 7 luglio 2022 collegandosi al sito di riferimento e digitando il proprio “codice di predisposizione della domanda”.

Requisiti per le domande

Per presentare la domanda è necessario essere in possesso di identità digitale (SPID, CNS, CIE), firma digitale e indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Durante la fase di compilazione avviene il controllo automatico al Registro delle Imprese per la segnalazione di eventuali informazioni errate da correggere.

Fondo impresa femminile: il ruolo di Fastbrain

Fastbrain affianca le imprese a 360 gradi mettendo in campo tutte le skill tecnologiche necessarie per una crescita veloce e al passo con i tempi.

Con il servizio dedicato di assistenza e consulenza, l’azienda offre l’opportunità a tutte le P.M.I di dotarsi di nuove strumentazioni tecnologiche a costi assolutamente competitivi e personalizzati.

L’obiettivo è di studiare le migliori formule possibili adatte alle specifiche esigenze delle imprenditrici, con un occhio particolare alle specifiche tecnologiche e informatiche previste dal Business Plan.

  • Richiedi supporto diretto per accedere alle Agevolazioni fiscali a fondo perduto e per le dotazioni informatiche con un consulente dedicato.

Richiedi subito una consulenza con i nostri esperti

Rinnova i pc e le tecnologie aziendali coprendo la maggior parte delle spese!





Hai problemi nell'utilizzo del form? Inviaci una mail a info@fastbrain.it

 

Chi è Fastbrain e perché sceglierla

Fastbrain Engineering S.r.l. Certified Partner dei principali Player tecnologici, tra cui Brother, Lenovo, Synology, Graetz, SiComputer, Canyon offre soluzioni d’acquisto personalizzate e adatte alle esigenze dei professionisti. Offre, inoltre, assistenza pre e post vendita, noleggio operativo incluso. 

Siamo un interlocutore centrale nella distribuzione wholesale ICT e uno dei principali operatori su tutto il territorio nazionale nel mercato della distribuzione di prodotti informatici e tecnologici.   

Caratteristica fondamentale e vantaggio competitivo è la selezione dei brand di spicco e dei prodotti di punta delle categorie merceologiche più richieste.

Info: info@fastbrain.it | Tel 011.0376.054

Contattaci per una consulenza gratuita